Laboratori e corsi, le attività estive per la limba sarda

Artìculu la nuova.jpg

Proseguono le attività estive de s’Ufitziu de sa limba sarda. Qualche giorno fa si è tenuto “Literas e paràulas ispartzinadas”, un laboratorio di scrittura e lettura in sardo, al quale hanno partecipato 9 ragazzi della quinta elementare. Sempre in collaborazione con la biblioteca comunale domani, alle 10, si terrà “Rospeddu Pusineddu”, un laboratorio ludico di animazione alla lettura fatto in sardo di Jorgi Rusta. Sarà tenuto da Angelo Canu, de s’Ufitziu limba sarda della Provincia. (b.a.)


dae http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/07/14/news/laboratori-e-corsi-le-attivita-estive-per-la-limba-sarda-1.7421747

Lodè – Grande successo per la giornata alla Casa del parco

la nuova sardegna, bernardo asproni, lodè, ufìtziu de sa limba sarda, 1 maggio,ceamal, casa del parco, biblioteca, cai sezione nuoro, tiziana contu, laura deiana

la nuova sardegna, bernardo asproni, lodè, ufìtziu de sa limba sarda, 1 maggio,ceamal, casa del parco, biblioteca, cai sezione nuoro, tiziana contu, laura deiana

“Sa essita a su Monte”, l’estemporanea di pittura (“20 pittori vicini alla natura”), le mostre “De zenias differentes” hanno caratterizzato una giornata eccezionale con un bilancio più che positivo.

Anche l’amministrazione comunale ha espresso grandissima soddisfazione: «La giornata del 1° maggio, svoltasi al Ceamal-Casa del Parco, si è confermata una giornata di pregio e di lustro per il paese e l’intera comunità. La manifestazione si è ancora una volta attestata come potente mezzo di promozione del territorio e della cultura, avendo coniugato con un mix ben assortito, l’aspetto culturale con quello ambientale».

Il merito del risultato raggiunto e dell’intervento così bene strutturato è dovuto, senza dubbio, all’impegno dei diversi uffici comunali: Ceamal, Biblioteca, Ufitziu limba sarda. La giornata è stata caratterizzata, infatti, da una escursione sul Montalbo guidata dal Cai-sezione Nuoro che ha registrato la partecipazione di oltre 200 escursionisti e da una estemporanea di pittura “20 pittori vicini alla natura”, provenienti da tutta l’isola. Per la prima volta hanno partecipato due artisti di Lodè: Tiziana Contu e Laura Deiana. Il tutto è stato arricchito dalle mostre che hanno spaziato dall’archeologia ai funghi, dal libro alla lingua sarda. Gli escursionisti, visitatori e artisti sono stati accolti da un pranzo tipico lodeino, offerto dall’amministrazione comunale che ha deliziato i palati dei presenti con un menù caratteristico.

In merito all’estemporanea doveroso sottolineare l’impegno dell’associazione “Adotta un Albero” che ha organizzato e gestito l’evento.

Grazie all’impegno finanziario del Comune sono state premiate quattro opere da parte della giuria (Pierina Lunesu, Francesco Doneddu, sindaco Graziano Spanu)che ha ritenuto le opere realizzate di buona qualità. Queste le opere premiate e gli autori: “Cultura e Tradizione” di Costantinu Fenu, “Sant’Antoni de su ocu” di Salvatore Falchi, “Adotta un albeto” di PierMario Laddomata e “Albero sul Montalbo” di Mario Gaspa”. (b.a.)


http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/05/10/news/grande-successo-per-la-giornata-alla-casa-del-parco-1.7039370

Lodè, giornata di celebrazione per “Sa die” – La Nuova Sardegna

Angelo canu, Vittorio Sella, Giacomo Floris,Graziano Spanu, Gianna Mereu, Sa rivoluzione sarda-dae sa modernidade a s’atualidade, La Nuova Sardegna, bernardo asproni,

Angelo canu, Vittorio Sella, Giacomo Floris,Graziano Spanu, Gianna Mereu, Sa rivoluzione sarda-dae sa modernidade a s’atualidade, La Nuova Sardegna, bernardo asproni,

“Sa rivoluzione sarda-dae sa modernidade a s’atualidade” è il progetto finanziato dalla Regione nell’ambito de “Sa die de sa Sardigna”. Il Comune sta organizzando per mercoledì prossimo una giornata dedicata a questo evento della storia sarda che riporta all’insurrezione popolare del 28 aprile 1794 ovvero i cosiddetti “Vespri sardi” (e l’immediata levata di scudi di Alghero e Sassari) con i quali vennero cacciati da Cagliari i piemontesi e il vice-re Balbiano in seguito al rifiuto del governo torinese di soddisfare le richieste dell’isola. Il programma prevede in mattinata, a partire dalle 10, in collaborazione con la scuola di Lodè, l’insegnante Gianna Mereu, e con s’Ufitziu de sa limba sarda, una rappresentazione teatrale degli avvenimenti dei giorni della rivoluzione sarda scritta da Angelo Canu con il contributo di Jorgi Rusta che ha scritto “Sas batorinas”. Nel pomeriggio, invece, con inizio alle 16, nella sala consiliare si terrà un convegno storico.

Introdurrà i lavori il sindaco Graziano Spanu, mentre le relazioni saranno svolte dai cultori di storia Vittorio Sella e Giacomo Floris, che analizzeranno gli eventi del 1794 e l’insegnamento da trarne ai nostri giorni, e da Angelo Canu a cui spetterà il compito, da esperto della materia, di spiegare l’importanza della lingua sarda nella storia della Sardegna, ieri e oggi. Insomma una giornata all’insegna della “sardità” e dei suoi valori più genuini, a 360 gradi. (b.a.)

http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/04/19/news/lode-giornata-di-celebrazione-per-sa-die-1.6915128