Lodè – Alla scoperta dei segreti del centro storico

IMG_4957.JPG

nuovasardegna.jpg


Secondo il responsabile de S’Ufitziu de sa limba sarda, Amgelo Canu, sarà «Un tour per scoprire e conoscere il centro storico». Si tratta del progetto “Sa domo de tzia Rofaella”, che ha l’obiettivo di mostrare la ricchezza e la bellezza di un centro storico ancora da valorizzare, non solo alla cittadinanza e ai curiosi, ma soprattutto ai ragazzi delle scuole. «Occorre far conoscere loro i tesori presenti in paese – spiega, infatti, il sindaco Graziano Spanu – architettura, storia, archeologia, ambiente, cultura, arredi sacri, artigianato. Spesso è ancora per tanti un mondo sommerso da portare alla luce e consolidare».

Il progetto nasce all’interno di una vasta pianificazione di potenziamento del territorio che ha portato l’amministrazione, tramite i suoi uffici e l’associazione “Adotta un Albero” a creare «una ampia collaborazione – ha aggiunto Canu – con la popolazione, che potrà donare oggetti che arricchiscono continuamente le mostre, o partecipare a laboratori come quello della ceramica». Intanto si è dato il via, nei giorni scorsi, alle visite dei ragazzi delle elementari e medie che, guidati da Angelo Canu, hanno ascoltato la storia dell’ormai scomparsa chiesa di Sant’Andrea e delle altre chiese che hanno caratterizzato la vita religiosa della comunità. A aspettare le classi a Sa domo de tzia Rofaella c’erano inoltre Federica Basile che ha parlato del laboratorio di ceramica “Al tornio di Thomas”, intitolato al fratello defunto, Antonietta Mele che ha illustrato la sua passione per la pittura e la nascita delle sue opere, Lucio Farris che ha spiegato la lavorazione del ginepro e Giuseppe Nanu che ha svelato le tecniche di lavorazione del legno per la creazione delle maschere.


di Bernardo Asproni


http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/01/29/news/alla-scoperta-dei-segreti-del-centro-storico-1.6438705


Lodè – Letziones in limba sarda

IMG_5024.JPGIMG_4930.JPG

IMG_4934.JPG

IMG_4941.JPG

IMG_4951.JPG

IMG_4945.JPG

IMG_4946.JPG

IMG_4957.JPG

IMG_4974.JPG

IMG_4979.JPG

IMG_4976.JPG

IMG_5017.JPG

 

 

Sa Comuna de Lodè paris cun su CEAMAL, s’Ufìtziu de sa Limba Sarda e su sòtziu “Adotta un Albero”, ant ammanitzadu una filera de mustras in “Sa domo de tzia Rofoella”, domos antigas repathadas cun contributos regionales.

Si podet intrare (sena pagare) fintzas a su 30 de ghennàrgiu: in intro bi sunt unas cantas mustras de artesania (terra, pedde, linna e pintura),  e una de trastos antigos de campu.

Sàpadu coladu e in die de oe sunt giai bènnidas tres classes a bisitare sas mustras; in antis de intrare a sas domos amus passigiadu in su tzentru istòricu de Lodè, faeddende in limba sarda de istòria, arte, architetura, ingegneria idràulica, cultura e traditziones de sa bidda.

Sas letziones sunt istadas agradèschidas dae pitzinnos e mastras: sas collaboratziones ant a sighire fintzas in sos meses imbenientes.

Si torrat gràtzias a sos mastros de artesania Federica Basile, Antonietta Mele, Paolo Farris, Cecilia Farris, Lucio Farris, Giuseppe Nanu, Carluzzu Sanna e totu sa gente chi est donende sos trastos de sa mustra.

Seis totu invitados a bìsitare “Sa domo de tzia Rofoella”

Sa domo de tzia Rofoella

sa domo de tzia rofoella, lodè, comune di lodè, scuola, lingua sarda, limba sarda, adotta un albero, ceamal, mostre artigianato


Dae su 7 a su 30 de ghennàrgiu de su 2013 at a èssere aberta “Sa domo de tzia Rofoella”, domos antigas de su tzentru istòricu de Lodè, repathatas gràtzias a s’atzione de valorizatzione de su territòriu de s’Amministrazione Comunale.

Cun s’agiudu de su CEAMAL, de su sòtziu “Adotta un Albero” e de s’Ufìtziu de sa Limba Sarda sa domo si podet bisitare  sena pagare nudda pro bìdere una filera de mustras de artesania e de trastos antigos. Sas mustras ant a èssere bisitadas fintzas dae sas iscolas de sa Comuna de Lodè cun letziones in limba sarda.

Oràrios

Lunis

09.00

13.00

 

 

Martis

08.30

13.00

 

 

Mèrcuris

 

 

15.30

18.30

Giòvia

 

 

15.00

19.00

Chenàpura

08.30

13.00

 

 

Sàpatu

09.00

13.00