Posada, il sardo viene ammesso nelle scuole

Bilinguismu in iscola2

POSADA. Il mondo scolastico dell’alta Baronia come sempre si dimostra attento alle tematiche della lingua sarda e sempre pronto ad accogliere le novità in questo campo. Le scuole di Posada, Torpè, Brunella e Lodè hanno infatti partecipato e vinto al bando regionale “Sperimentazione, nelle scuole di ogni ordine e grado, dell’insegnamento e dell’utilizzo veicolare della lingua sarda in orario curricolare. Annualità 2013”, che permetterà di utilizzare il sardo dentro le classi, per due ore settimanali da questo mese sino al mese di maggio.

Il progetto delle scuole baroniesi, fortemente voluto dal preside Nazzario Porcu e dalla vicepreside Mirella Murgia, farà in modo che s’insegnerà (in sardo come lingua veicolare) storia nella prima elementare di Lodè insieme alla docente Gianna Mereu, cittadinanza e costituzione presso la pluriclasse di Brunella con l’aiuto della docente Elisa Tangianu e storia nella quarta classe delle elementari di Torpè insieme alla docente Giuliana Capra. Il progetto a Posada, con l’aiuto delle maestre Graziella Ligios e Maria Andreana Deledda, vedrà invece come protagonisti i bambini della terza elementare, che potranno seguire in sardo le lezioni di storia, dal big bang alla comparsa dell’uomo, dalla preistoria alle prime fonti scritti e la nascita della storia. Mesi intensi di studio e apprendimento quindi in cui il sardo entrerà a scuola come lingua veicolare, nell’attesa di essere in un futuro inserita anche come materia curricolare. (s.s.)

http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2014/01/25/news/posada-il-sardo-viene-ammesso-nelle-scuole-1.8540062

Sa de oto Cunferèntzias Regionales de sa Limba Sarda

logo_regione_sardegna

CAGLIARI, 8 GENNAIO 2014 – Operatori della lingua sarda a confronto per una politica linguistica più efficace e diffusa, tra sportelli linguistici, scuola, musica e arte. L’ottava edizione della Conferenza Regionale della Lingua Sarda si terrà a Castelsardo, nella sala convegni del castello dei Doria, venerdì 10 e sabato 11 gennaio prossimi e si preannuncia molto interessante dal punto di vista politico e culturale.

L’assessore della Pubblica Istruzione, Sergio Milia ha chiamato, per la quarta volta durante il suo mandato, il mondo della lingua, per un momento di riflessione, non auto celebrativo, che metta al centro dell’attenzione la vera identità che sta alla base della nostra Isola. L’intento – ha sottolineato Milia – è quello di mettere vicini e far dibattere le componenti più diverse del “mondo della limba” per rafforzare l’intero segmento culturale, legato alla lingua sarda e alle varietà allogotte.

Arte, musica, sportelli linguistici e scuola. Questi i temi principali della ottava Conferenza regionale. La Giunta Cappellacci – ha rimarcato l’assessore Milia – ha investito molte risorse alla limba e all’identità. Il 300 per cento in più rispetto all’ultima Giunta che ha governato la Sardegna.

Si punterà molto sulle famiglie e sul loro ruolo fondamentale nella società sarda. Insieme alla scuola – ha aggiunto Milia – è un punto di partenza per la diffusione della cultura sarda. L’obiettivo è quello di portare la lingua nelle aree in cui si parla sempre meno”.

Il programma di venerdì 10 prevede, dopo i saluti del Presidente Ugo Cappellacci, dell’assessore Sergio Milia e del Commissario del Comune di Castelsardo, Gianna Dedola, gli interventi, dei relatori, Antonio Ignazio Garau (Coop. L’Altra Cultura -Oristano), Fabrizio Dettori (Minoranza linguistica sassarese), Teresa Soro (Attrice compagnia Teatro Sassari), Bustianu Pilosu (Presidente Associazione regionale Tenores), Clara Farina (Attrice), Antonio Deiara (Docente di musica), Maria Giovanna Cherchi (Cantante), Ignazio Perra (Prof. Conservatorio di Cagliari), Piero Marras (Cantautore).

Sabato 11, spazio invece agli sportelli linguistici con i relatori Giovanna Tuffu (Sportello linguistico regionale) e Michele Ladu (Sportello linguistico regionale). Per la letteratura previsti gli interventi di Antonio Buluggiu (Scrittore), Giuseppe Tirotto (Scrittore), Antonio Canalis (Premio Ozieri di letteratura sarda), Anna Cristina Serra (Poetessa). I due giorni di lavori verranno moderati da Paolo Pillonca.

Consulta il programma: “Cunferèntzia de sa limba sarda in Casteddu Sardu”

Proposta pro su sardu de su Fronte Indipendentista Unidu

fronte indipendentista unidu

Su Fronte Indipendentista Unidu bolet esprimere sa cuntentesa sua pro is passos a in antis chi sa Sardigna est faghende in su caminu cara a su bilinguismu, e at a giùghere semper a in antis cun fortza custa pelea finas a cando no amus a arribare a unu regime de paridade intre su sardu e s’italianu in totu sa Sardigna, e de is àteras limbas istòricas de Sardigna in logu issoro. In is dies coladas ant publicadu is graduatòrias de is finantziamentos pro fàghere cursos de sardu in iscola in oras de letzione, partzinde intre 180 iscolas is 455.000 èuros de su finantziamentu pro s’annu 2013/2014. Cunsideramus una cosa bona meda fintzas su fatu chi in su mese passadu est comintzada in is televisiones sardas sa prima campagna istitutzionale chi sa Regione apat fatu pro sa limba sarda in sessanta annos de autonomia, ma a pitzu de comente l’ant fata bolimus nàrrere una paja de cosas. Pro custa campagna s’Assessoradu a s’Istrutzione e a is Benes Culturales at gastadu unu milione de èuros, partzidos intre totu is televisiones locales de Sardigna. Su dinari chi ant pagadu pro la trasmìtere, mascamente a is televisiones prus mannas (308.987 èuros a Videolina e 184.703 èuros a Sardegna Uno) nos paret meda a beru, de prus de su chi diat èssere normale pro una campagna pubblicitaria pagada segundu is prètzios de mercadu. E difatis custas publitzidades las trasmitint de continu, fintzas intro de note e a is bator de mangianu. Semus pensende chi fintzas custa campagna istitutzionale pro su bilinguismu nche la sunt impreende pro is polìticas regionales de agiudu econòmicu a is mèdia sardos, chi sunt colende unu tempus malu de crisi (pensamus mascamente a Sardegna Uno), e chi sa Regione at finantziadu in is annos passados, donende-lis paritzos miliones de èuros de contributos pro is televisiones e pro is giornales. Su Fronte creet in s’importàntzia de àere una informatzione sarda chi siat a beru plurale e democràtica e chi servat pro is bisòngios de sa sotziedade sarda e creet chi sceti custu tipu de informatzione depet èssere amparada dae sa Regione. In unu tempus chi La Nuova Sardegna intrat in sa Finegil Editoriale Spa de De Benedetti, e is duos giornales sardos prus mannos sunt tanchende is sedes issoro in sas tzitades sardas, pensamus chi, oe prus de eris, siat pretzisu a ligare su cras de is mèdia sardos ad unu isvilupu culturale pensadu dae is sardos etotu, faghende a manera chi sa limba e sa cultura de su pòpolu sardu intrent in is mèdia. Pro custa resone proponimus chi totu is giornales, is televisiones e is ràdio chi pigant cale si siat tipu de finantziamentu pùblicu dae sa RAS, depant garantire chi nessi su 30% de sa programmatzione o de is pubblicatziones siant fatas in limba sarda (o in tataresu, gadduresu, tabarchinu e aligheresu). Si non sunt dispostos a garantire custu servìtziu a is sardos, ant a traballare chene pigare prus perunu contributu de sa Regione. In custa manera, chene peruna ispesa in prus pro sa Regione, e fortzis cun unu rispàrmiu , diat èssere possìbile non sceti assegurare unu servitziu de importu in sardu e in is àteras limbas de is sardos, ma fintzas garantire una mègius calidade de s’informatzione, dende prus possibilidades de agatare traballu a giornalistas meda chi sunt fìgios de sa cultura bia de su pòpulu nostru.

 

dae http://www.meilogunotizie.net/notizie/comunicati-stampa/675/fronte-indipendentista-30-di-programmazione-in-sardo-per-le-emittenti-sovvenzionate-dalla-ras

Limba, i bimbi i veri protagonisti

Universidade

CHEREMULE. La lingua sarda è stata la grande protagonista di LiteraduraLimba 2013.

Una protagonista con tanti attori d’eccezione, ma soprattutto i bambini: 140 piccoli della scuola primaria, 80 bimbi della scuola dell’infanzia e 60 ragazzi della scuola secondaria inferiore dell’Istituto comprensivo di Thiesi, che hanno partecipato con grande curiosità e attenzione.

È stata una tre giorni molto intensa, curata nei minimi particolari dallo Sportello linguistico dei Comuni di Borutta, Torralba, Ittireddu, Giave e Cheremule, grazie alla collaborazione dell’Istituto Camillo Bellieni di Sassari e al patrocinio della Regione Sardegna.

Anche i sindaci hanno fatto i loro interventi in sardo, “dimostrando – secondo l’esperta Daniela Masia – che l’idioma isolano può essere valido per tutti gli usi, anche istituzionali, basta avere il coraggio di provarci”. La presidente del Bellieni, Maria Dolores Lai, ha invece sottolineato come in prima linea nella sfida della “limba” siano sempre più spesso le donne.

Nella prova finale “Ti lu preguntat su corsaru nieddu”, sabato sera a Cheremule sono stati premiati ex equo tre giovanissimi delle scuole di Thiesi: Gerolamo Canu e Gabriele Vargiu della prima b delle medie, e Andrea Cossu della quarta b delle elementari. «La letteratura in lingua sarda oggi è più viva che mai e i materiali didattici sono tantissimi – ha commentato Michele Pinna, direttore scientifico del Bellieni – Non ci sono più scuse: è pronta per entrare nelle scuole».

 

dae http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2013/12/15/news/limba-i-bimbi-i-veri-protagonisti-1.8308979

Literadura Limba – Segunda editzione

literadura limba

Sas amministratziones comunales de Boruta, Giave, Tiesi, Itireddu, Cherèmule e Turalva ammaniant paris cun sa R.A.S. e s’Istitutu de Istùdios e Chircas “Camillo Bellieni” de Tàtari sa segunda editzione de LiteraduraLimba: Mustra e Festa de sa Literadura Sarda su 5/6/7 de Nadale de su 2013.

Tres dies a giru peri sas comunas pro chistionare subra sa literadura e sa limba sarda a congruida de sas atividades culturales de s’isportellu linguìsticu subracomunale.

Presentadas de libros, proietziones de film, dibatas cun sos iscritores, sos registas e sos editores e adòbios cun sos pitzinnos de sas iscolas…TOTU IN SARDU E A INDONU.

ABBAIDA SU PROGRAMMA CUMPLETU.

T’isetamus!

PROGRAMMA LITERADURALIMBA

SEGUNDA EDITZIONE 2013

Gioja 5 de Nadale

ASCURTENDE

Boruta, Monastèriu Santu Pedru de Sorres

16.00 ABERTURA de Literaduralimba segunda editzione

Saludos istitutzionales e de sos Sìndigos de Boruta, Cherèmule, Itireddu, Tiesi, Turalva e Giave

Micheli Pinna Diretore Iscientìficu de s’Istitutu de Istùdios e Chircas “Camillo Bellieni” de Tàtari presentat su programma

GIOGHENDE

16:30 ATIVIDADE DE ANIMATZIONE pro sos pitzinnos: sa literadura multimediale

16:45 Presentada de su libru “S’ istrumpa” Alfa Editrice a incuru de s’autore Piero Frau. Presentat Tonino Bussu

MANDIGHENDE LIBROS

18.00 – 20.00 MUSTRA de sos libros e de sos materiales didàticos in sardu. Ant a èssere presentes sos editores Condaghes, Papiros, Edes, Grafica del Parteolla, Alfa Editrice e Domus de Janas

CÙMBIDU de màndigos salidos e durches de su Meilogu

At a animare su sero su CORO DE BORUTA umpare a “Lu coru di Sassari”.

 

Chenàbura 6 de Nadale

Tiesi, Istitutu Comprensivu, Iscola de s’infàntzia, Carrera Garau

09.00 Presentada de su libru “Sa paristòria de Bakis” editziones Condaghes a incuru de Adriana Cocco

Tiesi, Iscola de s’infàntzia “Ente Morale Asilo Infantile San Michele”, Carrera Matteotti,2

11:00 Presentada de su libru “Nadale” editzione Papiros a incuru de s’editore Diegu Corràine

 

 

 

ABBAIDENDE

Turalva, Tzìnema Carlo Felice, Carrera Carlo Felice

16.00 “A ognunu s’arte sua…Sa limba sarda in totu” a incuru de Daniela Masia

Saludos istitutzionales e testimonia de s’Assòtziu Santu Antine de Turalva

17.00 PROIETZIONE A INDONU DE SU FILM BILÌNGUE “L’ARBITRO”DE PAOLO ZUCCA. Disponibilidade de 90 postos.

19:00 Arresonada cun su regista e atores

20:30 PROIETZIONE A INDONU DE SU DOCUMENTÀRIU TOTU IN SARDU “CAPO E CROCE, LE RAGIONI DEI PASTORI” DE MARCO ANTONIO PANI E PAOLO CARBONI. Disponibilidade de 90 postos.

22:00 Arresonada cun sos registas e atores. Coordinat Micheli Pinna Diretore Iscientìficu de s’Istitutu de Istùdios e Chircas “Camillo Bellieni” de Tàtari.

 

Sàbadu, 7 de Nadale

Tiesi, Istitutu Cumprensivu, Iscola segundària, Carrera G.Deledda

09.30 Presentada de sos libros “Canthones dde is Bagadias” Edes Editore cun s’autore Ivan Maroniu e de “Su giornalinu de Gianburrasca” edizioni Grafica del Parteolla cun s’editore Paolo Cossu

Tiesi, Istitutu Cumprensivu, Iscola primària, Carrera Garau

11.30 Presentada de su libru “Jorge, s’amigu nostru- Contos de vida de papa Frantziscu” editzione Papiros cun s’editore Diegu Corraine

Cherèmule, Tzentru Culturale, Pratza Insorti Magiari

Saludos istitutzionales

16.30 Presentada de su libru “Su Corsaru Nieddu” editzione Grafica del Parteolla a incuru de sa tradutora Maria Antonietta Piga

Proa finale e premiatzione de su progetu “Ti lu preguntat su Corsaru Nieddu” pro sos pitzinnos de s’iscola segundària inferiore e superiore

CONGRUIDA E CÙMBIDU de màndigos salidos e durches de su Meilogu

 

Sa mustra de sos libros e de sos materiales didàticos at a èssere fata in cada logu interessadu dae sa manifestatzione.