“Bilinguismu Creschet”: Casteddu, su 27 de santandria de su 2012

Bilinguismu Creschet, regione sardegna, bilinguismo, lingua sarda, limba sarda, antonella sorace, giuseppe corongiu

Assessoradu de s’istrutzione Pùblica, Benes Culturales, Informatzione,
Ispetàculu e Isport
Assessorato dela Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione,
Spettacolo e Sport

Diretzione Generale de sos Benes Culturale, Informatzione, Ispetàculu e
Isport

Servìtziu Limba e Cultura Sarda

La presente per informare che il giorno martedì 27 novembre 2012 alle ore
10.30, presso i locali della Biblioteca Regionale, in viale Trieste 137, a
Cagliari, sarà presentato il progetto

“Bilinguismu Creschet”. Si tratta di una serie di iniziative di promozione e
sensibilizzazione della popolazione sui vantaggi del bilinguismo precoce nei
bambini promossa dalla Regione Autonoma della Sardegna in collaborazione con
l’Università di Edimburgo. “Bilinguismu creschet” è una filiale del progetto
“Bilingualism Matters”, iniziativa di successo che in Scozia ha ottenuto
moltissimi risultati e che si è estesa poi in Norvegia, in Grecia e, in
Italia, in Trentino. Ora sbarca anche in Sardegna dove si spera di
incontrare il favore della popolazione e di estirpare molti luoghi comuni
sbagliati sull’apprendimento precoce delle lingue che purtroppo sono
particolarmente diffusi. Nell’occasione, oltre alle autorità regionali, sarà
presente Antonella Sorace, professore titolare della cattedra di Linguistica
Acquisizionale dell’ateneo scozzese, la quale illustrerà, in una conferenza
di informazione e formazione, le ultime ricerche e gli ultimi aggiornamenti
sul tema. Vista la particolare qualità dell’iniziativa e dell’ospite, si
tratta di un’occasione speciale di aggiornamento e/o sensibilizzazione per
i docenti e il personale didattico, ma anche di tutti coloro che si occupano
di questi temi o che intendono occuparsene. Oltre che un’interessante
confronto per qualsiasi genitore. Dalle ricerche dell’Università di
Edimburgo emerge che i bambini bilingui o trilingui dalla nascita posseggono
tutta una serie di abilità cognitive sorprendenti rispetto agli altri. Sono
più portati ai cambi disciplinari, imparano meglio e più in fretta le lingue
straniere e, a quanto sembra, da grandi avranno meno problemi con le
malattie neuro-degenerative. L’uso di precoce molte lingue favorisce insomma
menti creative e dinamiche. I vantaggi del bilinguismo riguardano,
ovviamente, anche le lingue minoritarie come il sardo. Tutte le informazioni
verranno fornite dalla professoressa Sorace in modo piacevole, brillante e
molto interessante. Investire nel bilinguismo, o multilinguismo dei bambini,
rappresenta, insomma, nel mondo di oggi e domani, una risorsa economica per
il futuro.

La S.V. è invitata a partecipare

Dr. Giuseppe Corongiu

Servìtziu Limba e Cultura Sarda

Diretzione Generale de sos Benes Culturales, Informatzione, Ispetàculu e
Isport Assessoradu de s’Istrutzione Pùblica, Benes Culturales,
Informatzione, Ispetàculu e Isport

Regione Autònoma de Sardigna

Viale Trieste 186

09131 Casteddu – Cagliari 

“Bilinguismu Creschet”: Casteddu, su 27 de santandria de su 2012ultima modifica: 2012-11-20T20:29:34+01:00da angelocanu76
Reposta per primo quest’articolo