BILINGUISMU: UNU MODELLU CULTURALE E UN’ISTILE DE VIDA.

istituto bellieni sassari, michele pinna, daniela masia, mariantonietta piga, bilinguismo, bilinguismu creschet


Est cun pragheremannu chi bos damus a ischire chi su 24 e 25 de Santu Gaine b’ant a èssere in sa Provìntzia de Tàtari 4 abbojos subra su bilinguismu, difatis a congruida de sas atividades de su progetu “Bilinguismu: unu modellu culturale e un’istile de vida. Lèghere, iscrìere, iscurtare, faeddare, fàghere in sardu e in italianu” chi ant a èssere indiritzadas a sos pitzinnos de s’Iscola de s’infàntzia e ant a previdire s’interessamentu de sos insignantes, de sos babbos e de sas mamas, s’at a pòdere partetzipare a sas riuniones informativas e de cunfrontu chi s’ant a fàghere in Bono, Nulvi, Ùsini e Biddanoa Monteleone.

Sas atividades prevìdidas, finantziadas dae sa Regione Autònoma de sa Sardigna, Assessoradu a sa Cultura e P.I., Servìtziu Limba e Cultura Sarda, s’ant a pònnere in òpera in sas 35 comunas de sa Provìntzia de Tàtari (Biddanoa Monteleone, Bonolva, Cossoine, Mara, S’Ulumedu, Pàdria, Putumajore, Potufigari, Romana, Monteleone, Semèstene, Piaghe,Carzeghe, Ossi, Uri, Ùsini, Bono, Anela, Urtei, Su Burgu, Esporlatu, Bottidda, Illorai, Nulvi, Bultzi, Laerru, Martis, Sènnaru, Boruta, Àldara, Itireddu, Mores, Nughedu, Patada e Tula) e in prus in Tiesi, Turalva, Cherèmule, Giave chi faghent parte de s’isportellu subracomunale de Boruta coordinadu dae s’Is.Be.

A sas riuniones de Santu Gaine at a leare parte in prus de su prof. Micheli Pinna, sa dut. Daniela Masia e sa dut. Maria Antonietta Piga, finas Antonella Sorace, professora de Linguìstica Acuisitzionale de s’Universidade de Edimburgu, fundadora de BILINGUALISM MATTERS,movimentu de informatzione subra de su bilinguismu, in ue sa filiale sua Sarda, una de sas deghe chi bi sunt in su mundu, fundada in su mese de santandria de su 2012, est denumenadaBILINGUISMU CRESCHET.

Custa initziativa, de importàntzia Europea, at acollocare sa Sardigna, sas amministratziones e sas iscolas interessadas in mesu a un’isperimentatzione de importu mannu, chi at comente mira printzipale cussa de dare informatziones craras, giustas e fundadas a manera iscientìfica pro cantu pertocat sos benefìtzios culturales e de connoschèntzia de su BILINGUISMU pro chie lu pràticat: famìlias, insignantes, educadores, populatziones.

Sos espertos chi b’ant a traballare, cun esperièntzia cumproada in su campu linguìsticu, faghent parte de su grupu didàticu de s’Istitutu Bellieni chi est s’ideadore de su progetu. Sa coordinatzione issoro at a èssere a incuru de su Diretore iscientìficu prof. Micheli Pinna chi at a pònnere a disponimentu sas cumpentèntzias suas: linguìsticas, psicològicas, pedagògicas e demo-etno-antropològicas.

Ant a èssere promòvidas finas initziativas de informatzione e promotzione in sas bibliotecas comunales e/o in sa ludotecas indiritzadas a sos babbos e a sas mamas e a sos pitzinnos de ogni edade.

Semus de su pàrrere chi, interbènnere in su territòriu potzat favorèssere sa crèschida de una cussèntzia bilìngue isparghinada in ue totu sa limba nostra naturale est impreada comente limba primàrgia, movende dae sos faeddos familiares e impreados a fitianu, subra sos cales fundare sos protzessos de formatzione e de imparu linguìsticu culturale.

 

Sas responsàbiles de su progetu in su territòriu ant a esser:

Maria Corrias (Bono, Anela, Ultei, Su Burgu, Esporlatu, Bottidda, Illorai, Nughedu S.Nicolò, Patada e Tula)

Annamaria Tavera (Piaghe,Carzeghe, Ossi, Uri, Ùsini, Àldara, Mores, Bonolva, Cossoine, Putumajore, Semèstene)

Maria Antonietta Fois (Nulvi, Bultzi, Laerru, Martis e Sènnaru)

Maria Leonarda Correddu (Biddanoa Monteleone, Potuvigari, Monteleone, Mara, S’Ulumedu, Pàdria e Romana)

Adriana Cocco (Boruta, Itireddu, Cherèmule)

Daniela Masia (Giave, Tiesi,Turalva).

 

Comintzade a bos organizare, bos isetamus in medas!

 

Bos ammentamus finas chi in su peristante de su seminàriu sos pitzinnos ant a pòdere fàghere carchi atividade cun sos operadores a incuru de su grupu didàticu de s’Istitutu de Istùdios e Chircas “Camillo Bellieni”.

Su servìtziu si cramat: “Si moves sa LIMBA sa LIMBA ti movet” .

Gonnesa, Sàrdara e Biddaramosa: Antonella Sorace presentat “Su bilinguismu sardu

 

bilinguismu creschet, bertula antiga, regione sardegna, università edimburgo, antonella sorace, gonnesa, sardara, villaermosa


“Bilinguismu Creschet” est su progetu ordimingiadu dae sa Regione Sardigna cun s’agiudu de s’Universidade de Edimburgu chi at sa punna de TORRARE PARÀULA a sas pregontas de babbos e mamas e maistros chi s’acarant su bilinguismu;

CRÈSCHERE sa connoschèntzia de sos proes de su bilinguismu;

MUSTRARE sas trassas prus de profetu pro agiudare in sa pesadura bilìngue de sos pipios;

ISPAINARE informatziones agiornadas cun sos istùdios internatzionales prus noos subra de su bilinguismu;

PROMÒVERE sas ocasiones de connoschèntzia e cunfrontu intre sas comunidades linguìsticas.

Su progetu at a èssere presentadu dae su Sòtziu Culturale Sa Bèrtula Antiga, cun s’agiudu de sa Comuna de Pula e de sas Comunas sòtzios pro mèdiu de unu seminàriu: “Su bilinguismu sardu – italianu: un privilegio e una grande opportunità”. At a faeddare Antonella Sorace, professoressa ordinària de Linguìstica Acuisitzionale de s’Universidade de Edimburgu, chi at fundadu su servìtziu de informatzione Bililingualism Matters.

 

Sos addòbios ant a èssere in:

– Comuna de Gonnesa, lunis 20 de Maju 2013 a sas 4 de borta de die in sa sala cunvegnu ” S’Ulivàriu”;

– Comuna de Sàrdara, martis 21 de Maju 2013 a sas 5 de borta de die in s’iscola mèdia de Carrera Calabria;

– Comuna de Biddaramosa, mèrcuris 22 de Maju 2013 a sas 9 de mangianu in sa palestra comunale.

 

Su seminàriu, a pustis de sos saludos de sas autoridades, at a tratare de su profetu linguìsticu e cognitivu de su bilinguismu in sos pitzinnos e at a fàghere cumprèndere chi  pesare sos pitzinnos in sardu e in italianu impare donat non duas limbas ebbia ma meda de prus. S’at a allegare peri de s’importu de un’informatzione giusta subra de su bilinguismu in cada setore de sa sotzietade e de su chi sunt ammanitzende in Sardigna cun su servìtziu “Bilinguismu Creschet”.

Bilinguismu Creschet – Chenàbura chi benit addòbiu de relatas e coordinamentu

Antonella Sorace, Manuela Mereu, Bilingualism Matters, Bilinguismu Creschet, ASSESSORADU DE S’ISTRUTZIONE PÙBLICA, BENES CULTURALES, INFORMATZIONE, ISPETÀCULU E ISPORT, pepe corongiu, regione sardegna, Maria Antonietta Piga,


ASSESSORADU DE S’ISTRUTZIONE PÙBLICA, BENES CULTURALES, INFORMATZIONE, ISPETÀCULU E ISPORT 
ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT


Diretzione Generale de sos Benes Culturale, Informatzione, Ispetàculu e Isport

Servìtziu Limba e Cultura Sarda

 

 

Amiga, amigu

 

Chenàbura chi benit 22 de martzu a sas chimbe de merie amus a fàghere un’addòbiu de relatas e coordinamentu de sa retze sotziale e istituzionale de Bilinguismu Creschet pro leare cabu e fàghere analizu de sas chistiones chi pertocant sas famìlias bilingues in Sardigna. Sa dot.ssa Manuela Mereu, germanista e anglista, nos at a contare sa partetzipatzione sua a Edinburgu a s’addòbiu internatzionale de totu sas filiales europeas de Bilingualism Matters. Su servìtziu limba sarda at a informare de sas punnas de ocannu e est in programma finas unu collegamentu curtzu cun Antonella Sorace in Skype. Podet partetzipare chie cheret, mesches sas famìlias bilingues chi tenent problemas, pregontas, propostas de fàghere. A incuru de Maria Antonietta Piga b’at a èssere un’animatzione in sardu pro sos pipios chi duncas podent bènnere e non s’ant a orroschère. Acabu a sas 7 de sero.

 

S’addòbiu est in programma chenàbura 22 de martzu 2013, h.17.00, Chatterbox College, arruga de Pola 43, Casteddu

 

In s’ocasione bos indito duas ainas noas de comunicazione, impreadelas pro abarrare in cuntatu cun nois e pro èssere semper informados

 

http://www.bilinguismucreschet.com/

http://www.facebook.com/#!/BilinguismuCreschet

 

 

 

Saludos corales



Pepe Coròngiu

Bilinguismu creschet. Iscòtzia-Sardigna. Presentatzione de su progetu

  •  




    Alleanza stretta tra due realtà europee importanti per il bilinguismo dei bambini. L’assessorato della Pubblica Istruzione della Regione Autonoma della Sardegna e l’Università di Edimburgo hanno firmato nei giorni scorsi un’intesa per diffondere le conoscenze reciproche in merito all’uso contemporaneo di due lingue durante la prima l’infanzia. Il progetto si chiamà “Bilinguismu Creschet” e sarà presentato ufficialmente martedì 27 novembre 2012 alle ore 10.30, presso i locali della Biblioteca Regionale, in 

    viale Trieste 137, a Cagliari. Si tratta dell’avvio di una serie di iniziative di promozione e sensibilizzazione della popolazione sui vantaggi del bilinguismo precoce nei bambini. “Bilinguismu creschet” (che significa allo stesso tempo che con il bilinguismo si cresce e cresce l’individuo e la società) è una filiale del progetto “Bilingualism Matters”, iniziativa di successo che in Scozia ha ottenuto moltissimi risultati e che si è estesa poi in Norvegia, in Grecia e ora anche in Italia, prima in Trentino e attualmente in Sardegna. Il progetto sbarca nell’isola dove si spera di incontrare il favore della popolazione e di estirpare molti luoghi comuni sbagliati sull’apprendimento precoce e contemporaneo delle lingue che purtroppo sono particolarmente diffusi. Nell’occasione, oltre alle autorità regionali, sarà presente Antonella Sorace, professore titolare della cattedra di Linguistica Acquisizionale dell’ateneo scozzese, la quale illustrerà, in una conferenza di informazione e formazione, le ultime ricerche e gli ultimi aggiornamenti sul tema. Vista la particolare qualità dell’iniziativa e dell’ospite, si tratta di un’occasione speciale di aggiornamento e/o sensibilizzazione per i docenti e il personale didattico, ma anche di tutti coloro che si occupano di questi temi o che intendono occuparsene. La Direzione Scolastica Regionale appoggia l’iniziativa e infatti ha invitato i docenti dell’area cagliaritana a partecipare. L’ingresso è comunque libero e rappresenta un interessante confronto per qualsiasi genitore. Dalle ricerche dell’Università di Edimburgo emerge che i bambini bilingui o trilingui dalla nascita posseggono tutta una serie di abilità cognitive sorprendenti rispetto agli altri. Sono più portati ai cambi disciplinari, imparano meglio e più in fretta le lingue straniere e, a quanto sembra, da grandi avranno meno problemi con le malattie neuro-degenerative. L’uso precoce di molte lingue favorisce insomma menti creative e dinamiche. I vantaggi del bilinguismo riguardano, ovviamente, anche le lingue minoritarie come il sardo. Anzi, secondo gli studi della professoressa Sorace, parlare la lingua minoritaria in casa agevola l’apprendimento dell’inglese. Durante l’incontro, tutte le informazioni verranno fornite dalla professoressa Sorace in modo piacevole, brillante e molto interessante. Investire nel bilinguismo, o multilinguismo dei bambini (si sostiene infatti che si possano imparare contemporaneamente 4 lingue), rappresenta, insomma, nel mondo di oggi e domani, una risorsa economica per il futuro. Lunedì 26, sempre nella biblioteca di viale Trieste, è prevista una giornata di formazione per gli operatori degli uffici linguistici di tutta l’isola. Martedì pomeriggio, conferenza in alcune scuole cittadine. Le iniziative, nell’arco dei prossimi dodici mesi, verranno estese a tutto il territorio regionale.



“Bilinguismu Creschet”: Casteddu, su 27 de santandria de su 2012

Bilinguismu Creschet, regione sardegna, bilinguismo, lingua sarda, limba sarda, antonella sorace, giuseppe corongiu

Assessoradu de s’istrutzione Pùblica, Benes Culturales, Informatzione,
Ispetàculu e Isport
Assessorato dela Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione,
Spettacolo e Sport

Diretzione Generale de sos Benes Culturale, Informatzione, Ispetàculu e
Isport

Servìtziu Limba e Cultura Sarda

La presente per informare che il giorno martedì 27 novembre 2012 alle ore
10.30, presso i locali della Biblioteca Regionale, in viale Trieste 137, a
Cagliari, sarà presentato il progetto

“Bilinguismu Creschet”. Si tratta di una serie di iniziative di promozione e
sensibilizzazione della popolazione sui vantaggi del bilinguismo precoce nei
bambini promossa dalla Regione Autonoma della Sardegna in collaborazione con
l’Università di Edimburgo. “Bilinguismu creschet” è una filiale del progetto
“Bilingualism Matters”, iniziativa di successo che in Scozia ha ottenuto
moltissimi risultati e che si è estesa poi in Norvegia, in Grecia e, in
Italia, in Trentino. Ora sbarca anche in Sardegna dove si spera di
incontrare il favore della popolazione e di estirpare molti luoghi comuni
sbagliati sull’apprendimento precoce delle lingue che purtroppo sono
particolarmente diffusi. Nell’occasione, oltre alle autorità regionali, sarà
presente Antonella Sorace, professore titolare della cattedra di Linguistica
Acquisizionale dell’ateneo scozzese, la quale illustrerà, in una conferenza
di informazione e formazione, le ultime ricerche e gli ultimi aggiornamenti
sul tema. Vista la particolare qualità dell’iniziativa e dell’ospite, si
tratta di un’occasione speciale di aggiornamento e/o sensibilizzazione per
i docenti e il personale didattico, ma anche di tutti coloro che si occupano
di questi temi o che intendono occuparsene. Oltre che un’interessante
confronto per qualsiasi genitore. Dalle ricerche dell’Università di
Edimburgo emerge che i bambini bilingui o trilingui dalla nascita posseggono
tutta una serie di abilità cognitive sorprendenti rispetto agli altri. Sono
più portati ai cambi disciplinari, imparano meglio e più in fretta le lingue
straniere e, a quanto sembra, da grandi avranno meno problemi con le
malattie neuro-degenerative. L’uso di precoce molte lingue favorisce insomma
menti creative e dinamiche. I vantaggi del bilinguismo riguardano,
ovviamente, anche le lingue minoritarie come il sardo. Tutte le informazioni
verranno fornite dalla professoressa Sorace in modo piacevole, brillante e
molto interessante. Investire nel bilinguismo, o multilinguismo dei bambini,
rappresenta, insomma, nel mondo di oggi e domani, una risorsa economica per
il futuro.

La S.V. è invitata a partecipare

Dr. Giuseppe Corongiu

Servìtziu Limba e Cultura Sarda

Diretzione Generale de sos Benes Culturales, Informatzione, Ispetàculu e
Isport Assessoradu de s’Istrutzione Pùblica, Benes Culturales,
Informatzione, Ispetàculu e Isport

Regione Autònoma de Sardigna

Viale Trieste 186

09131 Casteddu – Cagliari