Limba, i bimbi i veri protagonisti

Universidade

CHEREMULE. La lingua sarda è stata la grande protagonista di LiteraduraLimba 2013.

Una protagonista con tanti attori d’eccezione, ma soprattutto i bambini: 140 piccoli della scuola primaria, 80 bimbi della scuola dell’infanzia e 60 ragazzi della scuola secondaria inferiore dell’Istituto comprensivo di Thiesi, che hanno partecipato con grande curiosità e attenzione.

È stata una tre giorni molto intensa, curata nei minimi particolari dallo Sportello linguistico dei Comuni di Borutta, Torralba, Ittireddu, Giave e Cheremule, grazie alla collaborazione dell’Istituto Camillo Bellieni di Sassari e al patrocinio della Regione Sardegna.

Anche i sindaci hanno fatto i loro interventi in sardo, “dimostrando – secondo l’esperta Daniela Masia – che l’idioma isolano può essere valido per tutti gli usi, anche istituzionali, basta avere il coraggio di provarci”. La presidente del Bellieni, Maria Dolores Lai, ha invece sottolineato come in prima linea nella sfida della “limba” siano sempre più spesso le donne.

Nella prova finale “Ti lu preguntat su corsaru nieddu”, sabato sera a Cheremule sono stati premiati ex equo tre giovanissimi delle scuole di Thiesi: Gerolamo Canu e Gabriele Vargiu della prima b delle medie, e Andrea Cossu della quarta b delle elementari. «La letteratura in lingua sarda oggi è più viva che mai e i materiali didattici sono tantissimi – ha commentato Michele Pinna, direttore scientifico del Bellieni – Non ci sono più scuse: è pronta per entrare nelle scuole».

 

dae http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2013/12/15/news/limba-i-bimbi-i-veri-protagonisti-1.8308979