Proposte per iniziative di programmazione e di spazi editoriali in sardo

bandi, regione sardegna, lingua sarda, mass media


L’Assessorato regionale della Pubblica istruzione informa che sono aperti i termini per la presentazione di proposte per la realizzazione di iniziative di programmazione e di spazi editoriali in lingua sarda, comprese le varietà alloglotte, per l’annualità 2013. 

Possono presentare domanda le emittenti radiofoniche, le testate di periodici di frequenza non quotidiana e le testate giornalistiche on line. 

Le proposte dovranno essere finalizzate alla realizzazione di: 
– spazi o programmi di informazione o approfondimento giornalistico in lingua sarda; 
– spazi o programmi che abbiano come scopo e finalità l’insegnamento e l’apprendimento della lingua sarda e delle varietà alloglotte tutelate dalla legge(catalano di Alghero, tabarchino, turritano e gallurese); 
– doppiaggio in lingua sarda di cartoni animati, già editi, per bambini. 

La programmazione e gli spazi editoriali dovranno essere indirizzati a tematiche legate alla contemporaneità e/o alla didattica e all’utilizzo della lingua sarda (comprese le varietà alloglotte), al fine di rafforzare l’uso normale del sardo e il suo prestigio. 

Le domande dovranno pervenire entro le ore 13 dell’11 novembre al seguente indirizzo: 

Assessorato della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport 
Direzione generale dei beni culturali, informazione, spettacolo e sport 
Servizio lingua e cultura sarda 
Viale Trieste 186 – 09123 Cagliari 

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti a: 
– Paola Ugo, al numero telefonico 070.6064764 o tramite e-mail all’indirizzo: marugo@regione.sardegna.it ; 
– Cristina Baiocchi (responsabile del procedimento) al numero telefonico 070. 6064544 o tramite e-mail all’indirizzo: cbaiocchi@regione.sardegna.it 

Consulta i documenti

Determinazione n. 17827/I.4.3/1428 del 28/10/2013 – Approvazione avviso pubblico e relativa modulistica [file.pdf] 
Avviso pubblico [file.pdf] 
Tabella dei criteri di selezione per le emittenti radiofoniche [file.pdf] 
Tabella dei criteri di selezione per le testate di periodici di frequenza non quotidiana [file.pdf] 
Tabella dei criteri di selezione per le testate giornalistiche online [file.pdf] 
Liberatoria [file.rtf] 
Modulistica emittenti radiofoniche [file.zip] 
Modulistica testate di periodici di frequenza non quotidiana [file.zip] 
Modulistica testate giornalistiche online [file.zip] 

Al via i contributi per le celebrazioni sulla cultura della Sardegna

sa die de sa sardigna,2013,regione sardegna,contributi



L’Assessorato regionale della Pubblica istruzione informa che sono aperti i termini per la presentazione delle domande relative a: 

– contributi per le celebrazioni di “Sa Die de sa Sardigna” 2013, da parte di istituzioni scolastiche, enti locali, associazioni culturali e circoli degli emigrati; 
– contributi per “Manifestazioni celebrative di figure di protagonisti della storia e della cultura della Sardegna” 2013, da parte di istituzioni pubbliche e private. 

“Sa Die de sa Sardigna”

I criteri utilizzati per valutare le proposte riguarderanno l’utilizzo della lingua sarda con una premialità per coloro che impieghino il sardo per l’intera manifestazione, l’offerta di nuove e concrete testimonianze di aspetti fortemente caratterizzanti e identitari della Sardegna e il ruolo svolto nella circolazione delle idee, delle arti e della cultura. 

“Manifestazioni celebrative di di figure di protagonisti della storia e della cultura della Sardegna” 

I criteri utilizzati per valutare le proposte riguarderanno la coerenza dei progetti con gli indirizzi culturali del Servizio, l’utilizzo della lingua sarda con una premialità per coloro che impieghino il sardo per l’intera manifestazione e la diffusione delle idee, delle arti e della cultura della Sardegna. 

Le domande di ammissione ai contributi complete della documentazione, dovranno pervenire entro le ore 13 del 31 ottobre 2013 tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o a mano al seguente indirizzo: 

Regione autonoma della Sardegna 
Assessorato della Pubblica Istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport 
Servizio lingua e cultura sarda 
Viale Trieste, 186 09123 Cagliari 

Per ulteriori chiarimenti rivolgersi ai referenti dell’Assessorato: 
– Carla Uras 070 6065092 – curas@regione.sardegna.it 
– Lorenzo Daga 070 6064946 – ldaga@regione.sardegna.it 
– Cristina Baiocchi 070 6064544 – cbaiocchi@regione.sardegna.it 

Consulta i documenti 
– avviso “Sa Die de sa Sardigna”
– avviso manifestazioni celebrative 

Al via le domande di contributo per i notiziari radiofonici in sardo

logo bilingue.jpg

04.10.13 – lingua e cultura sarda

Al via le domande di contributo per i notiziari radiofonici in sardo

L’Assessorato della Pubblica istruzione ha aperto i termini per la presentazione di proposte riguardanti la programmazione di notiziari in lingua sarda per l’annualità 2013. 

Possono presentare proposte e accedere ai relativi contributi le emittenti radiofoniche private e locali con sede legale in Sardegna. 

Le risorse finanziarie disponibili ammontano a 50 mila euro e ciascuna radio potrà beneficiare di un importo massimo pari a 10 mila. 

La documentazione dovrà pervenire entro le ore 13 del 25 ottobre 2013, tramite consegna a mano o raccomandata con ricevuta di ritorno, al seguente indirizzo: 

Assessorato della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport 
Direzione generale dei Beni culturali, informazione, spettacolo e sport 
Servizio lingua e cultura sarda 
viale Trieste, 186 
09123 Cagliari 

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi alle referenti del Servizio lingua e cultura sarda: 
– Carla Uras, telefono 070 606 5092 – e-mail curas@regione.sardegna.it; 
– Cristina Baiocchi, telefono 070 606 4544 – e-mail cbaiocchi@regione.sardegna.it 

Consulta i documenti

Gonnesa, Sàrdara e Biddaramosa: Antonella Sorace presentat “Su bilinguismu sardu

 

bilinguismu creschet, bertula antiga, regione sardegna, università edimburgo, antonella sorace, gonnesa, sardara, villaermosa


“Bilinguismu Creschet” est su progetu ordimingiadu dae sa Regione Sardigna cun s’agiudu de s’Universidade de Edimburgu chi at sa punna de TORRARE PARÀULA a sas pregontas de babbos e mamas e maistros chi s’acarant su bilinguismu;

CRÈSCHERE sa connoschèntzia de sos proes de su bilinguismu;

MUSTRARE sas trassas prus de profetu pro agiudare in sa pesadura bilìngue de sos pipios;

ISPAINARE informatziones agiornadas cun sos istùdios internatzionales prus noos subra de su bilinguismu;

PROMÒVERE sas ocasiones de connoschèntzia e cunfrontu intre sas comunidades linguìsticas.

Su progetu at a èssere presentadu dae su Sòtziu Culturale Sa Bèrtula Antiga, cun s’agiudu de sa Comuna de Pula e de sas Comunas sòtzios pro mèdiu de unu seminàriu: “Su bilinguismu sardu – italianu: un privilegio e una grande opportunità”. At a faeddare Antonella Sorace, professoressa ordinària de Linguìstica Acuisitzionale de s’Universidade de Edimburgu, chi at fundadu su servìtziu de informatzione Bililingualism Matters.

 

Sos addòbios ant a èssere in:

– Comuna de Gonnesa, lunis 20 de Maju 2013 a sas 4 de borta de die in sa sala cunvegnu ” S’Ulivàriu”;

– Comuna de Sàrdara, martis 21 de Maju 2013 a sas 5 de borta de die in s’iscola mèdia de Carrera Calabria;

– Comuna de Biddaramosa, mèrcuris 22 de Maju 2013 a sas 9 de mangianu in sa palestra comunale.

 

Su seminàriu, a pustis de sos saludos de sas autoridades, at a tratare de su profetu linguìsticu e cognitivu de su bilinguismu in sos pitzinnos e at a fàghere cumprèndere chi  pesare sos pitzinnos in sardu e in italianu impare donat non duas limbas ebbia ma meda de prus. S’at a allegare peri de s’importu de un’informatzione giusta subra de su bilinguismu in cada setore de sa sotzietade e de su chi sunt ammanitzende in Sardigna cun su servìtziu “Bilinguismu Creschet”.

Thiniscole – SOS PITZINNOS CONTANT “SA DIE”

 

sa die de sa sardigna, luisi ozanu, regione sardegna,


SA RIVOLUTZIONE SARDA


Sàpatu, su 27 de abrile de 2013 a sas 17,30

 

Àula Magna de s’ITCG Luisi  Ozanu

 

 

Progetu fatu cun sa partetzipatzione de sa Regione Autònoma de Sardigna

 L.R. 44/93 “Sa die de sa Sardigna”