COMUNICATO STAMPA – SPENDING REVIEW, PALOMBA: EMENDAMENTO IDV CONTRO LA DISCRIMINAZIONE DELLA LINGUA SARDA

 

comunicato stampa, idv, federico colomba, EMENDAMENTO IDV CONTRO LA DISCRIMINAZIONE DELLA LINGUA SARDA, spending review, fabio giambrone

Cagliari, 20 luglio 2012 – Su richiesta del deputato Federico Palomba, l’Italia dei Valori ha presentato un emendamento a firma del senatore Fabio Giambrone per la soppressione della norma sulla revisione della spesa pubblica che crea discriminazione tra le lingue minoritarie riconosciute dallo Stato penalizzando l’insegnamento del sardo nelle scuole dell’Isola. «Il comma che vogliamo sopprimere – spiega Palomba – interpreta in modo assolutamente restrittivo e arbitrario le norme varate nel 2011 sulla stabilizzazione finanziaria individuando come “aree geografiche caratterizzate da specificità linguistica” quelle “nelle quali siano presenti minoranze di lingua madre straniera”. A parte l’incongruenza di questa definizione generica con la quale vengono distinte con criteri del tutto discrezionali le lingue dai semplici dialetti, questa norma – prosegue il deputato sardo – riportando la base di calcolo per le Istituzioni scolastiche Autonome al numero di 600 alunni determina di fatto la cancellazione di numerosi posti di lavoro nelle scuole sarde sopprimendo in particolare i posti degli operatori che avevano il compito di insegnare e promuovere la cultura e la lingua sarda. Per questo auspichiamo che il nostro emendamento venga approvato dal Senato e chiediamo che tutti i senatori sardi facciano convergere su di esso i propri gruppi di appartenenza – conclude Palomba -. In caso contrario le Regioni discriminate, in primis la Sardegna, dovranno autonomamente difendersi impugnando questa norma palesemente incostituzionale davanti alla Consulta».

Di seguito l’emendamento dell’Italia dei Valori.

“Emendamenti As. 3396
Conversione in legge del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, recante disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini

Articolo 14

Sopprimere il comma 16.
Giambrone

Nota
Il comma che si intende sopprimere, interpreta, in modo restrittivo, il decreto-legge n. 98 del 2011 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), precisando che “per aree geografiche caratterizzate da specificità linguistica si intendono quelle nelle quali siano presenti minoranze di lingua madre straniera”. Questa dicitura – apparentemente una misura “tecnica” del Governo Monti – riporta la base di calcolo per le
Istituzioni Scolastiche Autonome al numero di 600 alunni, determinando di fatto la cancellazione di numerosi posti di lavoro nelle Scuole Sarde ed in particolare la cancellazione dei posti degli operatori che avevano il
compito di insegnare e promuovere la cultura e la lingua sarda. Analogo problema è ravvisabile per diverse aree del Friuli.”

Emendamento richiesto dall’On. Palomba